martedì 26 luglio 2011

Un po' di cose

Torno dopo qualche giorno d'assenza per segnalare i venti piacevoli minuti in cui - guarda caso - Sufjan Stevens è stato ospite di WNYC e ha parlato un po' del suo lavoro, eseguendo poi dal vivo Heilroom da All Delighted People e Futile Devices e la parte finale di Impossible Soul da The Age of Adz. Insieme con lui, le due coriste del tour e Bryce Dressner dei National (che suonava con lui già ai tempi di Illinoise). La trasmissione si può ascoltare interamente qui, mente qui si può vedere il video dell'esecuzione di Impossible Soul ("boy... we made such a mess togetheeeeeeer"), dove Sufjan è conciato al solito come un cretino. Tra le cose musicali della giornata, poi, il sito Soundcloud ha messo in streaming un nuovo pezzo dei The Pains of Being Pure at Hearts, dal titolo Tomorrow Dies Today, mentre Pitchfork ha messo on line il video di Crystalline di Bjork, naturalmente diretto da Michel Gondry, tanto per non smentirsi sul fighettume del tutto (ma anche sulla bellezza).

1 commento:

  1. "Pleasure Principle", bellissima!
    Giuggiu

    RispondiElimina